“L’uomo e l’albero”

 Era una fredda mattina di dicembre e, si era svegliato con la voglia di camminare. Aprendo la grande vetrata si accorse subito che la giornata era quella ideale per uscire. Aveva la fortuna di abitare in un grande casale ,circondato da ampi spazi verdi, da dove poteva ammirare il cielo azzurro nella sua maestosità. Non c’erano case che  potevano oscurarne  le bellezze  di … Continua a leggere

“Il nostro cucciolo”

Eccolo Elisabetta il nostro “cucciolo”.Non l’avevo certo scordata e come potrei…………ma tu sai benissimo che nella mente e nel cuore proteggiamo sempre i ricordi che ti fanno stare “bene”.Tanti sono gli anni che ci dividono da questo monello quattordici per me, otto per te.Tanti Betty………….L’unico neo che mi sono sempre portata appresso anche se mai ho svelato, è stato quello … Continua a leggere

“Elisabetta mia sorella”

Eccola la nostra “bianchina” e quello scricciolo sei tu.Quanti anni sono passati, quarantotto per l’esatezza era natale ricordi? Babbo ti scattò questa foto con la macchina fotografica che mi aveva fatto trovare sotto l’albero a casa dei nonni a Camaiore. Sei sempre stata fin da piccola ordinata, precisa, mamma adorava vestirti all’inglese e tu eri perfetta,eri un minuscolo donnino dai … Continua a leggere

“Tornata la calma”

     Che silenzio, che pace…………ho ancora nel condotto uditivo le ultime rimanenze di voci che si accavallano, di risate, di parole che provengono da quel televisore che non si sa perchè deve tenerci sempre compagnia, di piccoli ma inevitabili battibecchi che ogni anno si ripresentano davanti al desco natalizio, passano gli anni , molte sedie sono vuote ma il caos è … Continua a leggere

“Tutti insieme appassionatamente”

Vai Leo c’è qualcuno alla porta, uffa zia ma non sono mica il portiere io………mamma attenta l’arrosto mi sembra già cotto, <ma che dici mi vuoi insegnare a cucinare ora che ho ottantanni> come non detto………..nessuno sente il telefonooooooooooo, chi risponde?<lascialo squillare è quella rompiscatole della Doretta, penserà che nella confusione non abbiamo sentito>chi apparecchia? Quanti siamo? ma la Betty … Continua a leggere

“Caro babbino”

 Daniele, ha scritto un commento piacevole al mio post, lo ringrazio ma io non riesco a essere come il mio “babbino”…………..ho sempre adorato questo uomo, un passo faceva lui e io insieme ,attaccata ai suoi pantaloni per la paura di non sentirlo accanto, viaggiava tanto ma per stare vicino a noi ogni sera tornava a casa per poi ripartire al … Continua a leggere

“Ieri”

  E’una piazza splendida SS.Anunziata, ma triste per anni lo è stata per tutti quei piccoli orfani che lì avevano la loro casa. Era proprio in questo periodo natalizio che mio padre “uomo dal cuore d’oro” portava a questi cuccioli dei giocattoli in dono.Mi ricordo ancora oggi che riempiva l’auto di tanti pacchetti che poi lasciava alla portineria dell’orfanotrofio, io e … Continua a leggere

“Addobbiamo l’albero”

Simona, se quest’anno ci inventassimo un albero un po’ strano .Avevo buttato così l’idea una mattina mentre in auto ci recavamo verso il centro della città , mi sembrava un’idea nuova per non fare ogni anno una fotocopia del precedente.<< ma che scherzi mamma……..lo sai che per creare un albero come dici  ci vuole tempo e noi non ne abbiamo>> … Continua a leggere