” L’eco”

  Dipinto di J:Waterhouse “Tempest” “L’ECO ” 1/09/2009 Parole che sprofondano nel cupo silenzio non c’è l’eco a riportare quella voce che il cuore non dimentica Sguardi persi verso il niente al di la’ del mare vedi solo un colore…. nero, il nero della mente il nero del cuore! Sei sola su questa spiaggia deserta sull’arenile conchiglie frantumate dalla forza del … Continua a leggere

“Solitudine”

     Luca Alinari     “Solitudine”  A passo lento  percorri i pochi metri  che  ti separano da quell’auto e..salutando i pochi ancora rimasti amici scompariScompari lasciando un cuore spezzatoScompari portando nella griffata valigia tristezza occhi lucidi e rimpiantiTi aspetta la nebbia invadente e invasivaTi aspetta la solitudine del cuoreTi aspettano i giorni che non volevi più!Cri    

” Via”

  “Claude Monet”       La neve aveva ricoperto quella via Solo le tue orme si potevano vedere Uscivano da casa verso quel pontile Nessuno accanto a te eri da solo Solo sotto i fiocchi bianchi e cristallini di quell’inverno lungo e solitario Ancora pochi passi e  le tue orme vanno a scomparire Tu giaci laggiù sotto a quel … Continua a leggere

” La Porta”

                                                                “Cornelis” Se apri quella porta non troverai nessuno Nessuno ha suonato  a quel vecchio  campanello Le scelte della vita ti hanno portato a non avere amici a non avere amori L’hai scelto tu il cammino della vita Mesto e solitario fra lacrime e ricordi. Ricordi? Tu hai ricordi? Non lo sapevo Chi vive nella solitudine non può aver ricordi … Continua a leggere

Ci sono giorni in cui..”

    “Caravaggio 1596/97  Magdalene”       Ci sono giorni in cui vorrei che il vento sfiorasse il mio volto. Ci sono giorni in cui vorrei che la pioggia bagnasse i miei occhi. Ci sono giorni in cui vorrei che il sole scaldasse la mia pelle. Ci sono giorni in cui vorrei sentire il tuo calore scaldarmi dal gelo. … Continua a leggere

“Grazie”

  Grazie,grazie e ancora grazie.Siete stati splendidi in questi giorni. Devo ringraziarvi tutti dal profondo del cuore per aver dato con le vostre parole sollievo alla perdita del mio “ciccione”………… Ref, Daniele, Roby con Elena, Maddy, Faraluna, Lei luna, Dolcelei, Annalisa …….Vi abbraccio virtualmente e di nuovo Grazie!

“Il giardino “

Hai visto in quel giardino che bella quella rosa rossa. Che dici la cogliamo? E’ un peccato lasciarla appassire lì da sola. Ha bisogno di acqua, di cure. Domani altrimenti troveremo i suoi petali nel terreno e solo il suo stelo irto di spine sarà ancora vivo. Recidiamola con cura.  Sistemiamola in quel bel vaso di cristallo sopra al piano. E…………….Domani non appassirà … Continua a leggere

” Il pulmino della scuola “

Piccola Moki. Dopo averti viziata tanto la  vita mi ha portata ad occuparmi anche di altri. Mai ho detto dell’angoscia nel solo pensare che non avrei come ogni giorno potuto svegliarti, prepararti per andare a scuola. Attendere la campanella della fine delle lezioni per ricondurti a casa. Quante cose che abbiamo condiviso. Quante celate al “generale”. Credi non ho dimenticato. So … Continua a leggere

” Via Bellini al 36 “

“Un omone”grande teneva per mano una piccola bambina bionda, l’altra era a cavalcioni sulle sue forti spalle. La strada deserta, in quell’alba triste del 56. A casa la nonna ci stava aspettando. In via Bellini non c’era più nessuno. Per tanto tempo sarebbe rimasta vuota. Come vuoto era il nostro piccolo cuore.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

“La vecchiaia”

   Il frastuono della notte non l’aveva fatta dormire,tutti quei rumori, i frastuoni le risate che provenivano dalla strada l’avevano svegliata.Non che dormisse piu tanto,gli anni  sulle spalle c’erano e con il passare del tempo sempre più lunghe erano le  sue notti.Viveva da sola in un grande condominio popolare,non avendo voluto  separarsi dal suo piccolo cane per rinchiudersi in un ospizio.che da … Continua a leggere