” Salmastro”

      Seduta guardo questo mare immenso. Immersa in pensieri ,che si accavallano come queste onde. Ripenso a quando bambina le mani forti di mio padre mi sorreggevano per insegnarmi a difendermi da quell’acqua tanto amata ma traditrice. Le corse con la mia Uda che facevo divertire gettandole in mare piccoli pezzi di legno che raccattavo dalla battigia. L’altalena ,dove seduta in quella … Continua a leggere

“Fotografia di me” – Tecla

Tanta tristezza alberga in me stasera, tanto grigiore ricopre i miei pensieri volar lontano, spazzare tutto via una crociata alla malinconia! Bello sarebbe un abito d’amianto fasciarmi in esso, passare in mezzo al fuoco e dal calore uscir come son entrata e non trovarmi mezza affumicata!   Ora la ruota ha preso un pò a girare ma troppo tardi per … Continua a leggere

“Tecla…..una stella “

  E’ caduta una stella è caduta nel mare è caduta vicino ed io non posso guardare la sua luce si è spenta al contatto con l’acqua ha lasciato un alone ha lasciato una macchia solo il vento fa rumore nel silenzio qua attorno sento freddo nel cuore sento tanto dolore come un tuono che esplode mi si rompe la … Continua a leggere

“Brutte immagini “

  A volte la lettura di un quotidiano o le immagini riprese dalla televisione ti fanno capire quanto male esiste nel mondo e quanto i bambini sempre di più sono vittime di noi adulti. Da giorni siamo inondati da foto,riprese, trasmissioni che mettono a nudo le famiglie di quei piccoli angeli di Gravina. Ieri e oggi le sequenze di quel “padre distrutto … Continua a leggere

” Ho letto sul giornale”

  A pagina 2 della ” Nazione ” di stamani  c’è una lettera aperta scritta da un bravissimo giornalista Lorenzo Sani. Vorrei trascriverla per chi non ha potuto leggerla.   Cari Ciccio e Tore, chissà se in vita avete mai avuo tanteattenzioni come in questi ultimi tempi.Signori che non potete conoscere vi hanno esaminato puntigliosamente, radiografato,fotografato,si sono commossi fino alle … Continua a leggere

“La piccola tribù in viaggio”

Ci siamo scendete. Monica suo marito e il piccolo Leo erano arrivati davanti al cancello di casa per prendere a bordo dell’auto anche Simona e Cri rispettivamente nipote e sorella di Mony.Quella piccola tribù aveva deciso di trascorrere due giorni a Roma. Fin da piccole i viaggi delle due sorelle erano sempre stati un modo per divertirsi e ricettacolo di aneddoti. Ale si era fatto … Continua a leggere

“Uda”

Era abitato da una piccola famiglia padre,madre e la loro primogenita quel delizioso villino stile liberty a due passi dal lungomare del Lido.  La facciata colorata di un rosa pastello,  gli archi circondavano il patio da dove scendevano lunghe ciocche di glicine che con il loro profumo odoravano le stanze . I mobili erano stati disegnati dalla giovane mamma che … Continua a leggere

“Tore”

  Tore quella mattina si sveglio’ nel lettone grande della nonna, la notte era stato svegliato, fatto alzare dal suo lettino e ancora in pigiama portato a casa dei nonni che abitavano a pochi isolati. Sua mamma aspettava un bambino, quel fratellino che per lui era solo una novità neanche molto gradita. Sentiva in cucina il cicalio delle voci di … Continua a leggere