“La cameretta”

Tutta rannicchiata sotto quel caldo piumone, non aveva voglia di alzarsi quel mattino. A breve si sarebbe risvegliata in un altro letto, in un’altra casa. Il suo matrimonio era alle porte e voleva incamerare nella mente tutto il possibile di ciò che lasciava in quella stanza. Cominciò da quel soffito che tante volte aveva fissato cercando risposte che non riusciva … Continua a leggere

“La sarta a domicilio”

< Domani arrivo, penso di essere da solo, ti aspetto…..cerca un modo per eludere la sorveglianza………….> Non era facile per Elisa poter vivere quella storia, troppi occhi puntati su di loro,troppi i pettegolezzi  che da tempo circolavano nell’ambiente. Ma al cuor non si comanda………La notte trascorse in cerca di una motivazione o una brillante idea per aggirare gli ostacoli per poter … Continua a leggere

” A B C “….Parte prima

Era da tempo che volevo scrivere questa storia realmente vissuta.Per ovvie ragioni,non indicherò ne dove si è svolta, ne i nomi dei personaggi che l’anno vissuta. Il motivo è semplice, sono sicura che due discendenti della “stirpe” sono tutt’ora in vita e, conoscendole l’indole domani rimarrei “in mutande”……….Perciò non volendo dare nomi fasulli farò uso di sole tre lettere per … Continua a leggere

“Scuola di vita”

< No tu rimani in classe con la tua bambola “preferita”> Queste le uniche parole che la maestra disse a quella sua piccola alunna di prima elementare. Gli occhi azzurri della bambina si riempirono di lacrime e a malapena riusci a vedere le sue compagne incamminarsi verso il lungo corridoio che portava al giardino. Tutto ebbe inizio qualche giorno prima. Erano … Continua a leggere

” L’attico”

Abitava da sola in quell’ immenso attico dal quale si dominava la città. Da anni le faceva compagnia una grigia gatta persiana. Sua figlia da molto tempo abitava a Milano e raramente si “scomodava” nell’andare a trovare la madre. In città viveva sua sorella con le figlie e gli adorati bisnipoti che tanto amava.  Con il marito, subito dopo la guerra, aveva … Continua a leggere

“Un treno senza ritorno”

  Stringe il cuore, percorrere la vecchia strada di Firenze e non trovare più Lei in quel negozio . Quel negozio che  per quarant’anni aveva rappresentato la sua vita. Da oltre un anno la sua anima è volata lontano, sicuramente con la sua estrosità starà creando nuovi abiti agli angeli che ora sono  i suoi nuovi “clienti”. La conobbi tanti anni fa, bella … Continua a leggere

“Più niente”

 Come di consueto era la prima ad arrivare in banca, da poco tempo era lei il nuovo direttore di quella filiale. Sempre elegante, alla moda, portava indosso molti gioielli che con gusto sapeva indossare. Quella promozione era arrivata dopo anni di ottimo lavoro e anche grazie alla conoscenza di un personaggio influente sia dell’istituto che della politica. Sentimentalmente agli occhi della … Continua a leggere

” Fili Intrecciati”

poesia tratta da : http://traccenellarete.splinder.com/ Se potessi intrecciare i fili che ci sfiorano l’anima legarli per un solo attimo di disincanto Se potessi tessere le strade di questo domani bere fino in fondo ogni tua amarezza Essere tua e tu mio salice e fiume piuma e vento Potessi fondere questo cielo e portartelo in dono socchiudere la porta alle tue … Continua a leggere

“Sant’Anna di Stazzema”

   Da quasi un anno avevo il cuore impegnato oltre i confini italiani. Avevo conosciuto a Lido di Camaiore uno studente di architettura tedesco che con mamma, fratello e cognata stava trascorrendo un periodo di vacanza in un cottage del Bagno Franca, a pochi metri dalla famosissima “Bussola” di Focette. L’inverno era trascorso con lunghe lettere , telefonate e la promessa … Continua a leggere